TaxMan
Il presente e il futuro del lavoro

Pubblicato da TaxMan il 22 Gennaio 2019

Lavoro dipendente – Si può aprire partita iva in regime forfettario?

Sei un lavoratore dipendente e vuoi aprire la partita IVA? Aderendo alla Flat Tax 2019, ossia il nuovo regime forfettario, avrai una serie di vantaggi come puoi vedere in questa nostra guida.

Limiti

Ricorda che il limite dei ricavi complessivi derivanti dalla attività non può superare i 65.000 euro annui.

Per quanto riguarda il lavoro da dipendente da svolgere in concomitanza con l’attività con partita IVA in regime forfettario, è stabilito quanto segue:

“le persone fisiche la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due precedenti periodi d’imposta, ovvero nei confronti di soggetti direttamente o indirettamente riconducibili ai suddetti datori di lavoro.”

E’ stata eliminata causa di esclusione che impediva l’accesso al forfettario a coloro con redditi di lavoro dipendente superiori ai 30.000 euro.

 

Gestione dell’INPS o della Cassa Previdenziale

Come funziona l’INPS per le partite IVA nel forfettario che hanno anche un lavoro dipendente ?

Ci sono 3 casi:

  1. Se per l’attività è prevista iscrizione alla Gestione Separata, il dipendente deve iscriversi all’INPS Gestione Separata e pagare un’aliquota del 24%.
  2. Se per l’attività svolta esiste un Albo (architetto, avvocato, etc) sarà obbligatoria l’iscrizione alla Cassa di appartenza. Spesso sono previsti riduzioni sulle aliquote, occorre consultare la Cassa.
  3. Lavoratore full time (almeno 26 ore settimanali) avvia attività commerciale. Non serve iscrizione all’INPS Commercianti nè si verseranno contributi. Si comunicherà all’INPS che si è già sottoposti ad altra forma previdenziale.

 

#dipendente#forfettario#inps#limiti#partita iva